Essere vegana in gravidanza: chiedi all’esperta

L’alimentazione vegana, che negli ultimi anni si è diffusa a macchia d’olio in tutto il mondo, in Italia conta già un grande numero di “seguaci”. Ma come ci si deve comportare in gravidanza? Essere vegana in gravidanza per una donna in attesa può essere pericoloso? Può avere delle ripercussioni negative sulla formazione e la crescita del feto?grav.

Oggi andremo ad intervistare Noelia Cabrera di Puntoveg.it, che vi chiarirà ogni dubbio in merito a questa dieta così tanto attuale.

Ciao Noelia, dicci qualcosa sull’alimentazione vegana

Ciao a tutti!!
La dieta vegana è nata in Inghilterra intorno agli anni ‘ 50 ed è uno stile di vita, una dieta che prevede l’utilizzo di alimenti di origine vegetale escludendo completamente ogni derivato di origine animale.
E’ una dieta ricca di alimenti, cereali, legumi frutta, verdura, semi, germogli, alghe! La differenza tra l’alimentazione vegetariana e vegana sta nel consumo di latticini e derivati da parte dei vegetariani.

Perché nasce il desiderio di diventare vegani?

Il desiderio nasce da diversi fattori: c’è chi intraprende questo stile di vita per etica, in difesa degli animali torturati e uccisi per il consumo umano; per salute, sempre più studi rivelano la correlazione tra alimentazione e malattia, e ad incidere c’è anche il fattore ambientalistico.

Cosa consiglieresti a una donna in attesa che sta seguendo un’alimentazione vegana?

Se una donna decidesse di cambiare alimentazione nel periodo della gravidanza, non avendo molta dimestichezza inizialmente sull’alimentazione e sulla varietà, le consiglierei di rivolgersi ad un medico vegano che possa accompagnarla in tutte le fasi della gravidanza e anche successivamente per l’allattamento e svezzamento vegano.

Molti sostengono che un’alimentazione vegana durante la gravidanza non sia possibile, ma abbiamo sempre più testimonianze che confermano il contrario, come l’American Dietetic Association e come le innumerevoli mamme vegane in continua crescita che conducono in salute i 9 mesi di gravidanza ed oltre.

romi2Un’alimentazione esclusivamente vegetale sana, durante la gravidanza e la vita si può!
Perché sana? Perché mangiare vegetariano/vegano non è sinonimo di mangiar bene.
La dieta deve essere variata, deve contenere cibi ricchi di nutrimenti necessari per la gravidanza.
Ci sono persone che hanno bisogno e si sentono più sicure con una guida strutturata giorno dopo giorno e per questo ci sono anche dei programmi interessanti presenti sul sito dell’American Dietetic Association.

Inoltre ci sono molti libri riguardanti la gravidanza e siti che danno delle informazioni aggiuntive e che affrontano la tematica, che potrebbero essere di grande aiuto in questo bellissimo periodo della propria vita…come d’altronde lo è questa pagina!

Personalmente non ho ancora avuto il piacere di diventare mamma, ma credo che sia importante ricordarsi che la gravidanza non è una malattia, non ha bisogno di continui ed ossessivi controlli, fa parte della vita, della vita della donna ed è un momento magico, speciale dove il corpo cambia e si rigenera in armonia con se stessi e con la natura.

Cos’è Puntoveg.it?

Puntoveg nasce dalla voglia di condividere! Dalla felicità che questa alimentazione ha portato a me e alla mia famiglia! Abbiamo deciso insieme di condividere la nostra cucina con il mondo intero mettendoci alla prova, sperimentando, confrontandoci e divertendoci moltissimo!v
E’ un sito dove tutto quello che ci piace, che cuciniamo nella nostra cucina, viene fotografato semplicemente e condiviso con tutti!
Rimane un pratico ricettario di ricette ed informazioni sempre a portata di mano ed è un modo per sensibilizzare le persone e per mostrare anche a chi fosse più scettico, che l’alimentazione priva di animali è tutto fuorché noiosa! Anzi, è l’alimentazione più colorata, sana, variata ed equilibrata che a mio parere ci possa essere!

Ci consigli una ricetta gustosa per le nostre lettrici?

Come piatto dedico a tutte le mamme questo plumcake di miglio con verdure!
Il miglio è l’unico cereale alcalino, ricco di Sali minerali: magnesio, calcio, fosforo, acido silicico, ferro, fluoro, potassio, zolfo, vitamine del gruppo PP, B1, B2, e proteine di alto valore biologico.
E’ consigliato in gravidanza e anche nell’allattamento.
Rinforza lo smalto dei denti, ossa e unghie e capelli. E’ digestivo, diuretico e antianemico, inoltre è senza glutine!

 

 

One Response

  1. Avatar MARIA 10 Novembre 2014

Lascia un commento