Gravidanza serena: suggerimenti per non farti prendere dall’ansia!

gravidanza serenaIdealmente, una coppia che pensa di avere un bambino dovrebbe consultare un medico o un’ostetrica per assicurarsi di creare le condizioni per una gravidanza sicura e serena. Di solito, ogni gravidanza è molto sicura. Tuttavia, alcuni disturbi possono diventare gravi durante la gestazione. Inoltre, per alcune coppie, il rischio di avere un bambino con una malattia ereditaria è particolarmente alto.

Per assicurarvi una gravidanza serena, il primo passo da fare è la prevenzione. Di fatti, non appena decidete di avere un bambino, dovreste iniziare a prendere un multivitaminico che contenga folati (acido folico) una volta al giorno.
L’importo più basso raccomandato per le donne in età fertile è di 400 microgrammi, ma alcuni esperti raccomandano di prendere importi leggermente più elevati, come ad esempio 600 o 800 microgrammi. Il folato riduce il rischio di avere un bambino con un difetto di nascita del midollo spinale o nel cervello (difetto del tubo neurale).

Quando una donna consulta un medico o un altro operatore sanitario prima della gravidanza, possono essere prescritti alcuni interventi, quali ad esempio, dei vaccini necessari a prevenire complicazioni, come il vaccino contro la rosolia.

gravidanza prevenzioneInoltre, vengono prescritti dei folati, dei multivitaminici prenatali che contengano la RDA di acido folico. Se necessario, viene eseguito anche uno screening genetico che può essere effettuato per determinare la probabilità da parte della coppia, di avere un bambino con una malattia genetica ereditaria. Si tratta di un esame particolarmente utile se la donna e il proprio partner riportano casi di malattie genetiche in famiglia.

Ma è importante anche condurre uno stile di vita sano. Fattori o situazioni da evitare sono le seguenti:

  • Utilizzo di tabacco o alcool.
  • Essere esposti al fumo passivo, che può danneggiare il feto.
  • Avere contatti con lettiera o le feci di un gatto, a meno che i gatti non siano  strettamente limitati a casa e non sono esposti ad altri simili (per evitare, ad esempio, la trasmissione della toxoplasmosi, un’infezione da un protozoo che può danneggiare il cervello del feto).
  • Avere contatti con persone che hanno la rosolia o altre infezioni che possono causare difetti alla nascita del piccolo.
  • Avere contatti con persone che hanno la varicella o l’herpes zoster. A meno che la donna abbia avuto un test che dimostra che essa ha già contratto il virus e che è immune ad esso.
  • La varicella e l’herpes zoster sono causate dal virus dell’herpes. Durante il parto, questi virus possono essere diffusi al feto e causare gravi malattie. Il virus può addirittura causare la polmonite.

Oltre a tanta prevenzione e a molta cautela, per una gravidanza serena, occorre anche conoscere e trattare i fattori di rischio a cui si potrebbe essere esposti, cosa che potrebbe aiutare a diminuire eventuali complicazioni durante l’attesa stessa.
In questo caso, occorrerebbe chiedere un consulto medico. Rivolgersi ad uno specialista aiuta a dissolvere molte preoccupazioni sociali, emotive e mediche, inoltre, la donna può ottenere delle preziose indicazioni circa la dieta da seguire, la possibilità di svolgere o meno una moderata attività fisica, ecc.

 

Lascia un commento