Stitichezza in gravidanza: quali sono le cause?

Soffrire di stitichezza in gravidanza è assolutamente normale. Per quanto non si presenti in ogni donna, la stitichezza rimane un effetto collaterale molto comune: alcune ne soffrono sin dal primo trimestre.

La stipsi, purtroppo, non è qualcosa da prendere a cuor leggero. Bisogna subito premurarsi di scegliere il rimedio migliore e di comprendere come affrontarla in seguito, durante i nove mesi di gravidanza.

Il nostro corpo ha bisogno di andare in bagno, così come abbiamo bisogno di dormire, di mangiare o di respirare.

Ma quali sono le principali cause? Anzitutto, possiamo dare la colpa agli ormoni: l’aumento del progesterone porta il nostro organismo a lavorare in maniera diversa.

In seguito, anche l’aumento del pancione può essere una “causa”: il tratto intestinale si sforza per sopportare il peso e di conseguenza viene “schiacciato”, impedendo un’azione altresì semplice.

Come ultimo fattore, non possiamo non considerare la predisposizione naturale: in alcuni casi soffrire di stipsi può peggiorare in gravidanza.

Come comportarsi

Alcune persone si chiedono se la stitichezza in gravidanza sia pericolosa. La stipsi deve essere costantemente controllata, forse con un occhio di riguardo in più in gravidanza. È chiaro che se non andate in bagno da giorni, forse, sarebbe un bene rivolgersi al medico o andare all’ospedale.

Bisogna anzitutto mantenere la calma e prendere delle piccole precauzioni, che potrebbero migliorare la stitichezza e controllarla del tutto.

Come combattere la stitichezza in gravidanza, allora? Quali sono i rimedi comuni più efficaci?

I rimedi contro la stitichezza

Il primo consiglio che vi diamo è molto semplice: dovete bere di più. L’acqua è essenziale per il nostro organismo e aiuta il tratto intestinale a lavorare meglio. Oltretutto, bere molto e liberarvi dei liquidi in eccesso è positivo: impedirà sul lungo termine la formazione delle smagliature. Quindi non ha un solo aspetto positivo, ma molteplici.

Il secondo consiglio, invece, riguarda il consumo di fibre. Potrete trovare quest’ultime negli alimenti come le verdure, la frutta (anche quella secca, che è perfetta per uno spuntino al volo!), i legumi e i cereali come la pasta o il pane.

L’ultimo consiglio che ci sentiamo di darvi, invece, sono i lassativi per la stitichezza in gravidanza. A quest’ultimi è bene ricorrere quando né l’acqua né un consumo di fibre giornaliero riesce a regolare l’intestino. Se avvertire crampi, sudori, forse è bene ricorrere a un lassativo e sentirsi subito dopo molto meglio.

 

Lascia un commento