Prima settimana di gravidanza: cosa sapere e gli esami da fare

Durante la 1 settimana di gravidanza, raramente saprete di essere incinte. È un periodo estremamente delicato per noi, in cui molto raramente avvertiamo dei sintomi precisi. Il nostro corpo sta per accogliere una nuova vita, ma noi non ne siamo ancora a conoscenza. A volte, alcune donne lamentano dei dolori al seno, un primo principio di nausee o degli sbalzi di umore. Tuttavia, tendiamo a pensare che il dolore sia dovuto all’ovulazione, o ai classici sintomi del ciclo mestruale.

C’è anche da aggiungere che, di solito, la prima settimana comincia dall’ultima in cui avete avuto il ciclo. Il metodo del calcolo della gestazione segue un ciclo rigoroso rispetto al momento esatto in cui il feto è stato concepito. Per quanto riguarda gli esami, vi consigliamo di affidarvi, in ultimo, a quelle del sangue e non solo al classico test di gravidanza, che potrebbe darvi un falso positivo. Se le analisi saranno positive, da quel momento in poi, ovvero dall’ultimo giorno del mestruo, comincerete una nuova avventura. Un’avventura che vi porterà a conoscere, dopo nove mesi, vostro figlio.

Sintomi e non della prima settimana di gravidanza

Come vi abbiamo anticipato poc’anzi, difficilmente potreste avvertire dei sintomi specifici. In seguito, dopo qualche giorno, i sintomi cominceranno a manifestarsi. Questo è dovuto al cambiamento ormonale del nostro organismo. I sintomi della gravidanza, almeno agli inizi, combaciano alla perfezione con i sintomi del ciclo mestruale. È questo, infatti, il motivo per cui tante donne non sospettano minimamente una gravidanza, a meno che non la stiano cercando. Di seguito, vi lasciamo una breve panoramica dei primi segnali di una gravidanza.

  1. Nausee mattutine: la nausea si manifesterà principalmente al mattino, non appena vi sveglierete. L’odore del caffè potrebbe risultarvi sgradevole. Anche gli odori del pranzo o della cena potrebbero causarvi dei reflussi.
  2. Gonfiore al seno: potreste notare un rigonfiamento del seno, che risulterà molto sensibile al dolore.
  3. Spossatezza: la stanchezza è perfettamente normale. Il vostro corpo si sta preparando ad accogliere la vita e di conseguenza ci sono dei cambiamenti importanti a livello ormonale, tra cui un innalzamento dei valori degli estrogeni, della prolattina, del progesterone e dell’ossitocina. Per questo motivo, potreste patire anche di sbalzi d’umore.

Cosa succede durante la prima settimana di gravidanza?

Nella prima settimana di gravidanza, avviene la fecondazione. L’ovulo si scinde per molto tempo; nell’ultima divisione, somiglia a una mora, e da qui il termine “morula”. Attorno alla morula, si osservano delle cellule minuscole, che in seguito diventeranno la placenta. Verso il quinto giorno di gravidanza, l’ovulo che è stato fecondato si depositerà dalle tube di Falloppio fino all’utero. Questo è il momento più emozionante, ed è anche il più decisivo: l’embrione è pronto per crescere e svilupparsi. Nel momento in cui raggiunge l’utero, l’embrione misura esattamente 0,1 millimetri.

Non appena avrete ricevuto i test del sangue con esito positivo, vi consigliamo di modificare il piano alimentare e soprattutto di cominciare ad assumere l’acido folico. Nelle prime settimane di gestazione, infatti, è importante contribuire allo sviluppo dell’embrione, proteggendolo da eventuali malattie.

 

Lascia un commento