Anche in Italia il doppio cognome

La notizia è diventata ufficiale solo qualche giorno fa e sul web già non si parla d’altro: anche in Italia nel prossimo futuro potrà esistere il doppio cognome.
Le polemiche non mancano, c’è già infatti chi definisce questa riforma una banalità a confronto dei veri problemi che attanagliano già da un po’ di tempo la nostra amata nazione, fatto sta che questo testo unico è stato approvato dalla Camera lo scorso 24 Settembre e sta per approdare a Palazzo Madama.

neonato con braccialetto

neonato con braccialetto

Cosa cambierà con il doppio cognome?

Fino ad oggi non c’è mai stata discussione a riguardo, ogni bambino nato avrebbe preso insindacabilmente il cognome paterno, ma da oggi le cose possono cambiare e potremmo adeguarci alle altre nazioni europee che il 7 gennaio scorso condannarono l’Italia, proprio a causa del cognome unico, per violazione dei diritti umani.

Grazie all’approvazione a voto segreto della Camera dei Deputati, che si è espressa con 239 SI, 92 NO e 69 ASTENSIONI, sarà possibile scegliere al momento della nascita se dare al proprio figlio il cognome paterno, quello materno o addirittura entrambi i cognomi! Dunque massima libertà ai genitori, che se non raggiungeranno un accordo vedranno attribuire al proprio figlio entrambi i cognomi in ordine alfabetico.

Per i figli nati fuori dal matrimonio ma comunque riconosciuti da entrambi i genitori, varranno le stesse regole, ma se il riconoscimento avviene tardivamente il doppio cognome verrà inserito solo previo consenso dell’altro genitore, e se ha compiuto 14 anni sarà necessario anche il consenso del minore.

Per i figli adottati il cognome sarà unico e da anteporre al cognome originario, varrà comunque il principio di scelta dei genitori che potranno decidere insieme quale cognome dare al proprio figlio adottivo; in caso di mancato accordo, anche in questo caso si seguirà l’ordine alfabetico. Colui che avrà il doppio cognome potrà trasmettere ai propri figli un solo cognome a scelta.

Se invece un maggiorenne con cognome unico, paterno o materno, vorrà aggiungere anche il secondo cognome (sempre se sia stato riconosciuto dal genitore) potrà semplicemente recarsi all’ufficio di stato civile e rilasciare una semplice dichiarazione.

Per l’entrata in vigore di queste nuove norme bisognerà aspettare almeno un anno, ma intanto, se entrambi i genitori sono d’accordo, sarà già possibile aggiungere al solito cognome paterno anche quello materno.

 

Lascia un commento