Punizione o rinforzo positivo?

punireNessun genitore ama urlare ai propri figli, ma nella foga del momento, è difficile fare altrimenti. Quindi, occorre prepararsi e acquisire delle competenze che permettano di aumentare l’autocontrollo e di sostituire alle urla e alla punizione un rinforzo positivo.

Cosa c’è di sbagliato nella punizione?

La disciplina più ferrea o le punizioni più dure vengono spesso imposte ai bambini tramite il controllo e attraverso l’autorità. Quindi, si tende ad imporle nel momento in cui si è più reattivi e arrabbiati e non permettono alcun ragionamento, discussione o negoziazione, la frase che accompagna i comandi è: “perché lo dico io”!
Il risultato è che, presi da eccessiva rabbia del momento, vengano imposte conseguenze eccessivamente punitive al comportamento ‘cattivo’ del bambino, il che spesso può essere controproducente. I bambini possono diventare risentiti, arrabbiati e vendicativi. Pensate a come vi sentireste se un capo o un amico si mettesse a gridare e darvi ordini o a minacciarvi? Vi verrebbe subito voglia di vendicarvi!

Non solo l’eccessiva disciplina causa resistenza e ritorsioni, ma può facilmente favorire le bugie. Un bambino si concentrerà su come coprire reati per evitare la punizione, piuttosto che modificarne il comportamento effettivamente sbagliato. Infine, ricordate che le conseguenze punitive non riescono a insegnare al vostro bambino l’autocontrollo. Un bambino che viene sempre rimproverato senza discussione, non riesce a sviluppare le capacità di problem solving o una ‘voce interiore’ che lo aiuti a pensare prima di agire attraverso il comportamento.

Che cos’è il rinforzo positivo?

Il rinforzo positivo è quello che permette di aiutare il bambino ad imparare dei valori positivi e a sviluppare abilità sociali importantissime per la sua vita. Può essere utile pensare – a cosa sto puntando come genitore? Mantenere la calma e rimanere obiettivi può sembrare critico nella foga del momento, ma l’obbedienza cieca probabilmente non rientra sulla lista di qualità che vorreste appartenessero ai vostri figli una volta adulti. Invece, penso che voi come la maggior parte degli altri genitori, miriate ad allevare una persona responsabile, ma anche adattabile; abile a giungere a dei compromessi e alla negoziazione, abile nel comunicare e in grado di pensare in modo flessibile per trovare una soluzione ai problemi. Questi sono esattamente i tipi di tratti caratteriali che il rinforzo positivo incoraggia. Unico avvertimento, non confondete il rinforzo positivo con il lasciare che il vostro bambino faccia ciò che vuole! I

Come fare a utilizzare il rinforzo positivo?

  • Create un clima caldo, positivo e amorevole. Fate dei commenti positivi e incoraggianti ai vostri bambini.
  • Diminuite il numero di comandi e riservateli solo ai momenti e alle cose più importanti. Ignorate i comportamenti minori scorretti e concentratevi sulle cose che contano davvero.
  • Quando effettua una richiesta, sforzatevi di utilizzare un tono educato, rispettoso e positivo. Chiedetevi: “se qualcuno mi parlasse in questo modo, come mi sentirei?” Evitate: sarcasmo, minacce, critiche, etichettature, prese in giro e grida.
  • Dopo aver fatto una richiesta, concedete del tempo ai vostri piccoli per rispondere.
  • Quando effettuate delle richieste, indicate esattamente quello che vorreste che accada, non quello che vorreste fermare.
 

Lascia un commento