Come sapere se è maschio o femmina?

maschio o femmina mipIn passato, molte erano le persone che con gesti e rituali dai sapori magici erano convinti di riuscire a capire il sesso di un bambino già dalle prime settimane di gravidanza.

Ma con la tecnologia moderna, il sesso di un bambino può essere determinato con precisione mediante l’ecografia, l’amniocentesi e il prelievo dei villi coriali.

Questi test vengono utilizzati per valutare la salute del bambino in via di sviluppo e l’integrità della placenta e non vengono effettuati esclusivamente per determinare il sesso del nascituro.

Ma come sapere se è maschio o femmina? Esistono diverse tecniche. Ecco le principali.
Ultrasuoni – L’ecografia prenatale è un test di screening di routine fatto intorno al primo o secondo trimestre di gravidanza. Delle onde sonore ad alta frequenza vengono utilizzate per riprodurre le immagini del feto e della placenta. Se il bambino è posizionato in modo tale che la zona genitale può essere vista, il sesso può essere determinato. Gli autori di uno studio pubblicato nel maggio del 1999 in “Ecografia in Ostetricia e Ginecologia” hanno riferito che per il 70,3 per cento è possibile predire con precisione il sesso del feto mediante un’ecografia a 11 settimane e per il 98,7 per cento a 12 settimane.

AmniocentesiL’amniocentesi è un test diagnostico eseguito in alcune gravidanze, se ci sono fattori di rischio per anomalie genetiche del feto. Durante una amniocentesi, un ago viene inserito nell’utero per tirare fuori una piccola quantità di liquido che circonda il feto. Le cellule del feto che si trovano nel liquido vengono esaminate per rilevare la presenza di anomalie genetiche. Il sesso fetale può essere determinato con precisione vicino al 100 per cento se le prove appropriate vengono effettuate su cellule recuperate durante una amniocentesi.

maschio o femmina 2 mipPrelievo dei villi coriali – Il prelievo dei villi coriali, o CVS, comporta la rimozione di un piccolo pezzo di placenta per verificare la presenza di anomalie genetiche nel feto in via di sviluppo. Il tessuto campionato – i villi coriali – ha lo stesso materiale genetico del feto. Anche se non viene eseguito per la determinazione del sesso, il test CVS non rivela con precisione se il feto è di sesso maschile o femminile.

Un altro metodo che si sente spesso in questi giorni, consiste nella misurazione della frequenza cardiaca dei neonati nel grembo materno – le bimbe, in genere, hanno una frequenza cardiaca superiore a quella dei maschietti. Tuttavia, non esiste ancora alcuno studio che testimoni il legame tra la frequenza cardiaca e il sesso del bambino. La verità è che l’unico modo per sapere se il vostro bimbo è maschio o femmina durante la gravidanza sono l’ecografia , l’amniocentesi o il prelievo dei villi coriali (CVS). Sebbene la maggior parte delle donne fanno un ecografia in qualche fase della loro gravidanze, l’amniocentesi e il CVS saranno effettuate solo se vi è una necessità medica. I miglioramenti nelle tecniche ad ultrasuoni, comunque offrono dei sistemi abbastanza accurati in grado di determinare il sesso di un bambino. Tuttavia, alcuni ospedali non informano sempre i genitori in attesa di che sesso è il loro bambino, perché gli errori accadono. Alcuni temono anche che, in un piccolo numero di casi, la conoscenza del sesso del feto, possa portare ad una richiesta di aborto.

Il sesso di un bambino può essere determinato circa dalla 18esima settimana di gravidanza, ma non è detto che il giorno dell’ecografia, il vostro bambino sia rivolto nella direzione giusta o non possa avere le gambe incrociate in modo che la zona genitale non possa essere vista!

 

One Response

  1. Cecilia Brunelli 20 Marzo 2019

Lascia un commento