Gravidanza dopo un aborto spontaneo: i consigli per rimanere incinta

aborto spontaneoSe avete recentemente sperimentato un evento luttuoso quale un aborto, saprete che concepire una nuova gravidanza non è facile. Mille dubbi e tante paure assalgono la vostra mente appena ripensate al “lieto evento”. Ma non disperate, siate positive e sappiate che secondo le statistiche, circa il 97% delle donne che hanno avuto un aborto spontaneo sono in grado di concepire e di avere una gravidanza sana e normale in seguito all’aborto.

Un aborto spontaneo è la perdita di una gravidanza prima che il feto possa raggiungere l’età di 20 settimane di gestazione. La perdita di un bambino attraverso l’aborto spontaneo può essere un’esperienza devastante, non importa in quale fase della gravidanza ci si trovi.
Per molte donne, l’esperienza di un aborto spontaneo può portare a sentimenti di perdita, apprensione, paura e altre emozioni negative che tentano di compensare con la ricerca di una nuova gravidanza, che al tempo stesso le spaventa moltissimo. Nonostante le incertezze se si desidera rimanere incinta non occorre mai disperare, perché i dati statistici mostrano come anche le donne che hanno avuto più di tre aborti spontanei hanno un 75% di possibilità di avere una gravidanza senza complicazioni e un bambino sano.

La prospettiva di diventare di nuovo incinta dopo un aborto spontaneo è una decisione personale. Una donna dovrebbe prendere la decisione dopo aver consultato il suo ginecologo e solo quando si trova ben preparata mentalmente, emotivamente e fisicamente.

Suggerimenti per aumentare le possibilità di concepimento dopo un aborto spontaneo

Detto ciò, se vi sentite pronte a riprovarci, sappiate che esistono alcune cose che una donna può fare dopo aver sperimentato un aborto spontaneo per aumentare le probabilità di concepire e di partorire un bambino sano, che sono le seguenti:
•  Smettere di fumare:  il fumo di sigaretta aumenta il rischio di aborto spontaneo, di basso peso alla nascita del 20% in meno del bambino e di parto prematuro dell’8%, oltre ad essere responsabile del 5% dei bimbi nati morti. Inoltre, una donna che fuma ha un tempo di concepimento maggiore a causa dei livelli di riduzione della fertilità, della riduzione dei livelli di estrogeni e della soppressione ovarica.
•  Supplementi di acido folico:  gli studi dimostrano che le donne che assumono integratori di acido folico sono in grado di proteggere il feto dai difetti del tubo neurale come la spina bifida (un difetto mortale). E poiché i difetti del tubo neurale si verificano all’inizio della gravidanza, gli esperti raccomandano di assumere i supplementi di acido folico quando si iniziano i tentativi di concepimento, al fine di proteggere il feto in via di sviluppo nelle fasi iniziali.
•  Limitare la caffeina e i dolcificanti artificiali nella dieta: una donna dovrebbe eliminare o limitare la caffeina e i dolcificanti artificiali per garantire lo sviluppo di un sano concepimento. Alcuni esperti ritengono che una donna dovrebbe limitare l’assunzione di caffeina e dolcificanti artificiali, due settimane dopo il ciclo mestruale e durante le ultime due settimane del ciclo.
•  Limitare il consumo dei frutti di mare:  i frutti di mare possono essere ad alto contenuto di mercurio, che può accumularsi nel tessuto adiposo (grasso) del corpo e rimanervi immagazzinato abbastanza a lungo da causare danni al feto in via di sviluppo.

 

Lascia un commento