Come trasportare i bimbi in bici: regole e consigli

Con l’aumento delle piste ciclabili, l’espansione delle zone a traffico limitato e la creazione di una ricettività turistica sempre più orientata all’ecosostenibilità, sono sempre di più le famiglie che si affidano alle due ruote per trasportare i propri pargoli durante gli spostamenti.

Scriviamo quindi questo articolo su come trasportare i bimbi in bici per aiutarti a capire quali sono le opzioni ed accessori disponibili sul mercato ma anche le regole e norme da seguire.

Trasportare i bambini in bicicletta

Abbiamo individuato tre opzioni che vanno per la maggiore data la loro reperibilità e la sicurezza per il trasporto.

Rimorchi 

Si tratta di veri e propri passeggini da bicicletta che si fissano al telaio o al sottosella che vengono trainati dalla bicicletta dell’adulto.

Si tratta di una soluzione non economica ma la prendiamo in considerazione per i seguenti motivi:

  • Sono sicuramente la soluzione più stabile indipendentemente dallo stato della strada che si percorre
  • Sono perfetti per trasportare anche bambini molto piccoli dal momento che possono stare tranquillamente stesi mentre dormono
  • Alcuni modelli sono convertibili a passeggini ed adattabili anche per più di un bambino.

Di modelli ne esistono tanti e le fasce di prezzo sono piuttosto varie, se stai pensando di acquistarne uno, ti consigliamo di dare un’occhiata a questo articolo.

Seggiolini da portapacchi

Si tratta della soluzione più economica in assoluto e sicuramente la più pratica dal punto di vista dell’ingombro e della trasportabilità.

I prezzi partono dai 30 euro in su e difficilmente superano i 100 euro. Noi ti consigliamo di optare per modelli che consentono sia il sostegno della testa per una questione di sicurezza in caso di impatto che quello delle gambe per una questione di comodità.

Ganci di traino

Nel caso poi di bambini già più cresciutelli, esiste infine la possibilità di trainarli mentre guidano e pedalano la loro bici. In questo caso le opzioni sono due.

Acquistare un gancio simile ad un braccio metallico che si fissa sulla parte frontale della bicicletta del bambino e che ne solleva la ruota da terra. In questo modo il bimbo potrà continuare a pedalare ma il genitore avrà sempre il controllo di quello che sta succedendo. 

Esistono poi delle biciclettine intere sprovviste di ruota anteriore che funzionano solo se agganciate ad una bici più grande. Il bambino potrà utilizzarla come una normale bicicletta, con l’unico svantaggio che quando crescerà, tutto il sistema sarà inutilizzabile. 

Cosa dice la legge?

Nel caso si optasse per un rimorchio, bisogna tenere in considerazione che la lunghezza complessiva del mezzo non può superare i 3 m e che il rimorchio non può sporgere per più di 75 cm.

In totale si possono trasportare carichi non superiori ai 50 kg e che non superino il metro di altezza. Bisogna inoltre ricordare che dopo il tramonto e con scarsa visibilità anche il rimorchio deve essere munito di luci.

Nel caso di un seggiolino invece bisogna ricordare che la legge esige poggiatesta e riposa gambe, che con un seggiolino posteriore non si possono trasportare più di 25 kg mentre con uno anteriore il bambino può pesare massimo 15kg.

Non dimentichiamoci infine del casco e che non è consentito trasportare i pargoli con dispositivi non omologati per la bici come zaini oppure fasce.

Per approfondimenti, puoi dare un’occhiata alla legge in formato integrale.

  [sharethis-inline-buttons]

Lascia un commento